Matrimoni e adozioni per gli omosessuali: sì o no?

In questi giorni si fa un gran parlare della decisione della Francia di aprire non solo ai matrimoni tra omosessuali, ma anche alle adozioni per le coppie gay. Ovviamente in rete sono emerse le ragioni del sì e quelle del no. Io è da un po’ che ci penso e se devo ammettere che all’inizio ero favorevole alle nozze tra persone dello stesso sesso e non alle adozioni, diventando mamma la mia opinione è cambiata radicalmente. Ed ora sono favorevole ad entrambe le cose. E vi spiego perché (sempre che vi interessi :D).

Cominciamo per ordine, cioé dalla notizia che mi ha spinto a scrivere questo articolo. In Francia, dal prossimo 2013, le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare bambini, come confermato da Jean-Marc Ayrault, primo ministro francese. “Nel primo semestre 2013, il diritto al matrimonio e all’adozione sarà aperto a tutte le coppie, senza discriminazione“, che, tra l’altro, era una delle più importanti promesse elettorali di Francois Hollande.

In Francia qualcosa è cambiato, dal momento che secondo un recente sondaggio il 63% dei francesi è favorevole al matrimonio, mentre il 56 alle adozioni. A me i francesi non sono mai stati molto simpatici, è cosa nota, ma questa volta non posso far altro che applaudire la loro apertura mentale (senza stare a dibattere sul fatto che qui in Italia purtroppo pare un’utopia estendere un diritto sacrosanto come questo).

Leggendo i pareri dei sì, ma soprattutto dei no, in questi giorni mi sono fatta un’idea ancora più precisa del perché io sono favorevole. Ecco perché ho voluto controbattere nel mio piccolo le ragioni contrarie:

  1. Il bambino per crescere “sano” deve avere una figura femminile e una maschile di riferimento. Secondo me un bambino cresce sano se ha due genitori amorevoli o, comunque, delle persone che si prendono cura di lui, che lo fanno sentire amato e che lo accompagnano nel difficile processo della crescita. Ci sono tanti cuccioli che, purtroppo, crescono solamente con la mamma o solo con il papà, perché l’altro genitore o è prematuramente scomparso oppure ha deciso di non farsi carico della sua crescita. Vi assicuro che non sono “deviati” come pensano in molti, anche se magari sono cresciuti con mamma e nonna o con babbo e nonno… E poi, chi sostiene questa tesi non tiene conto del fatto che, invece, in orfanotrofio non hanno nè l’una dell’altra? L’amore non ha colore, non ha sesso e nemmeno religione come direbbe Checco Zalone… E questo vale sia per i matrimoni sia per le adozioni.
  2. Dio ha creato l’uomo e la donna e dalla loro unione nascono i figli. Non esiste altro modo. A parte il fatto che prima di parlare a nome di Dio, io gli chiederei cosa ne pensa lui (o forse lei :D) che ha fatto dell’AMORE con tutte le lettere maiuscole il suo cavallo di battaglia. E poi chiederei a queste persone, cosa direste ad un bambino adottato da una coppia etero che vi chiede chi sono la sua mamma e il suo papà… Quelli che lo hanno abbandonati da piccolo (ripeto, o perché scomparsi o perché se la sono data a gambe, abbandonando il loro cucciolo), perché così è “per natura“, oppure quelli che li crescono ogni giorno e che li hanno amati incondizionatamente sin dalla prima volta che li hanno visti, che li hanno cercati, voluti e che hanno superato anni difficili, di prove, test, verifiche, per poter coronare il loro sogno di mettere su una famiglia????? Mio marito spesso scherzando dice: “I figli non sono di chi li fa, ma di chi li cresce“… Ed ha ragione!
  3. In natura solo l’uomo e la donna possono procreare. Ribatto lo stesso concetto anche per chi non crede che sia Dio a disporre di ogni cosa, ma sia la scienza, la natura a fare tutto. A voi chiedo: non possono esistere due genitori dello stesso stesso perché la natura non permette loro di avere figli? Perché loro come genitori secondo natura non esistono? Allora perché vi ostinate ad usare plastica e vetro… In natura non esisterebbero, eppure sono lì e funzionano tanto bene. Perché non dovrebbero fare altrettanto un uomo e un uomo o una donna e una donna che hanno deciso di amarsi per il resto della vita e coronare questo amore, donandolo anche ad un bambino che altrimenti sarebbe destinato a crescere da solo in un orfanotrofio????
  4. E’ immorale far adottare i bambini dai gay, crescerebbero deviati. Beh, a questi nemmeno rispondo, o forse dovrei… No, sarebbe come sparare contro la Croce Rossa e, vista l’ora tarda, non ne ho voglia… 😀

Ecco, questo è quello che penso io, da donna, da mamma, da moglie e, lo aggiungo per onor di cronaca, da cattolica praticante, che ha sempre creduto in quell’AMORE tutto maiuscolo che mi hanno insegnato fin da piccola al catechismo… Se andassimo al referendum io direi SI AI MATRIMONI GAY e SI ALLE ADOZIONI DELLE COPPIE GAY!