Cara Disney, torna a scrivere i nomi delle principesse nei titoli dei film

sirenettaCara Disney, ti scrivo innanzitutto per ringraziarti per i tanti film fantastici che mi hai regalato quando ero bambina e che adesso posso rivedere con le mie nane. Non ti nascondo che il mio preferito è La Sirenetta (che causa mia sorella che ha preferito guardare altro al cinema, ho dovuto aspettare a lungo prima di poter vedere: ma non è l’attesa del piacere essa stessa il piacere? No, non lo è!). Mi spieghi però una cosa? Perché hai smesso di intitolare, almeno in Italia, i film con i nomi delle protagoniste? Ti devo confessare che per noi genitori è un problema. E pure serio!

Ti spiego qual è il problema: confondi i bambini. Non è un fatto isolato, ma comune a tutti i bambini di oggi. Quante volte sentiamo di nanerottoli convinti che Elsa in realtà si chiama Frozen? E certo, tu intitoli il tuo film Frozen e dopo i vari Cenerentola e Biancaneve, confondersi è un attimo. Che problema c’è, dirai tu, basta spiegare come stanno le cose. Ma se è semplice per una bambina di 7 anni come Alice, che anzi, dopo una visione sa già nomi, cognomi e codici fiscali di tutti i personaggi, anche delle comparse, prova tu a spiegarlo a una bambina di 2-3 anni. E’ una missione impossibile!

Sara: Mamma dov’è Oceania?
Io: Amore, si chiama Vaiana, non Oceania. Oceania è il continente, come l’Europa, la scatola dove c’è anche l’Italia, dove viviamo noi.
Sara: Ah, vabbè, ma si può chiamare anche Oceania, il film si chiama così!
Alice: In realtà si chiama anche Moana…
Io: Amore non confondere di più le cose!

E il dibattito si è ripetuto, ad esempio, con Ribelle!

Sara: Mamma possiamo vedere Ribelle?
Io: Certo amore!
Sara: Mi piace Ribelle. Ribelle ha i capelli rossi e ricci, ha due fratelli e una mamma che diventa orso.
Alice: Sì, ma non si chiama Ribelle. Si chiama Merida.
Sara: E vabbè, si può chiamare anche Ribelle… (o zia Cinzia, visto che è uguale alla nostra cara e adorata zietta piemontese!!!!!)

Ecco, cara Disney, questa cosa si ripete ogni volta che decidiamo di vedere uno di questi film, nei quali i titoli non coincidono con i nomi delle protagoniste. Con Cenerentola, Biancaneve, anche con La Bella Addormentata e La Sirenetta era più facile… Semplice come con Pocahontas, Il Re Leone, Pinocchio… Ma da Ribelle e Frozen in poi, passando anche per Oceania (sì, lo so, il titolo originale era Moana, ma grazie che in Italia hai cambiato!!!), è stata una tragedia.

Quindi, cara Disney, dal prossimo film, per favore, semplifichiamo le cose… Altrimenti la prossima volta ti faccio chiamare direttamente da Sara con il suo mantra “E vabbè…” e ti passo pure Alice che ti fa le pulci su ogni singolo aspetto del cartone animato. Poi sono fatti tuoi, eh… Io ti ho avvertita!

Grazie per l’attenzione!

Una mamma ormai assefuatta all'”E vabbè”!